Il giorno della Memoria

L’Armata Russa 65 anni fa liberava i prigionieri del campo di sterminio di Auschwitz. Fu la scoperta del punto più basso mai raggiunto dall’umanità. Milioni di ebrei, zingari, omosessuali, perseguitati politici, immigrati furono condannati a vivere l’inferno sulla Terra, sfortunati d’esser nati sotto una stella “sbagliata”, colpevoli soltanto d’essere loro malgrado i nemici di un pazzo visionario e del suo governo. Un incubo che ha lasciato una profonda cicatrice nella nostra Storia, una cicatrice che non potrà -e non dovrà- mai essere cancellata.

E’ difficile trovare delle parole per parlare dell’Olocausto. Lasciamo anche noi il nostro ricordo, usando le parole dei poeti, di chi quell’inferno l’ha vissuto in prima persona e di chi ha provato a raccontarci una storia che nessuno di noi dovrà mai dimenticare.

Che tutte quelle vittime, tutti quei perseguitati, non abbiano sofferto invano.

Voi che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case,
Voi che trovate tornando a sera
Il cibo caldo e visi amici:
Considerate se questo è un uomo
Che lavora nel fango
Che non conosce pace
Che lotta per mezzo pane
Che muore per un sì o per un no.
Considerate se questa è una donna,
Senza capelli e senza nome
Senza più forza di ricordare
Vuoti gli occhi e freddo il grembo.
Come una rana d’inverno
Meditate che questo è stato:
Vi comando queste parole:
Scolpitele nel vostro cuore
Stando in casa andando per via,
Coricandovi alzandovi;
Ripetetele ai vostri figli.
O vi si sfaccia la casa,
La malattia vi impedisca,
I vostri nati torcano il viso da voi.

Primo Levi

Annunci

2 pensieri su “Il giorno della Memoria

  1. Il nazismo è stato il movimento più criminale ed efferato nella storia dell’uomo. Mi ha sconvolto la lucidità nella follia con cui i nazisti hanno perpretato dei delitti orribili. Ieri sera ho visto il film “Il pianista”, di Roman Polanski: è un film esemplare, per non dimenticare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...