AnimalsAsia per gli Orsi della Luna

[stextbox id=”custom” big=”true”]Diamo il benvenuto ad Eva Danese, nuova collaboratrice di Camminando Scalzi.it. Eva è laureata in studi linguistici e filologici, specializzata in traduzione ed è appassionata di scrittura. Tra i suoi argomenti preferiti ci sono ambiente, diritti umani, musica etnica e culture “altre”. Nel suo primo articolo ci parla degli Orsi della Luna, specie animale minacciata dalla deforestazione, dalla distruzione del suo habitat e non solo… L’autrice si è proposta per una collaborazione attiva nella blogzine, quindi di sicuro presto tornerete a leggerla! Benvenuta! [/stextbox]

In una foto Annie mi guarda con i suoi piccoli occhi, che finalmente conoscono bellezza e affetto. E’ seduta sull’erba, le orecchie perfettamente tonde e la luna crescente disegnata sul petto. In un’altra Prince gioca con un gigante ghiacciolo alla frutta. Jasper si rilassa su un’amaca. Sono le splendide immagini di Orsi della Luna finalmente liberi.

Perché gli Orsi della Luna hanno avuto una sfortuna: la loro bile è considerata in Cina e in Vietnam un farmaco tradizionale. Per questo vengono catturati e chiusi in gabbie all’interno delle quali vi è poca possibilità di movimento. Lì, in questa condizione già di per sé tragica, la bile viene loro estratta inserendo un catetere nella cistifellea. Per anni.
Inutile descrivere le pessime condizioni, sia fisiche che psicologiche, in cui si trovano questi orsi quando vengono sottratti ai loro aguzzini. Sottratti, sì, perché Jill Robinson, fondatrice di AnimalsAsia Foundation, nel 1993 ha dato inizio ad un confronto con le autorità cinesi allo scopo di porre fine a questa barbarie. La sua tenacia ha fatto sì che nel 2000 si sia raggiunto un accordo con la China Wildlife Conservation Association e il Dipartimento Forestale del Sichuan. L’accordo prevedeva la liberazione di 500 orsi, dati poi in affidamento alle cure di AnimalsAsia. Si annunciava inoltre la chiusura progressiva delle fabbriche della bile e la produzione di alternative erboristiche alla bile d’orso. D’altronde tale sostanza, prodotta da animali che per ovvie ragioni non possono essere in salute, è risultata alle analisi addirittura nociva, e vari esponenti della Medicina Tradizionale Cinese si sono schierati contro la produzione di tale “farmaco”.
Anche in Vietnam, grazie ad accordi risalenti al 1999 e al 2005, si prevede la progressiva chiusura di questi luoghi orribili, nonostante alcune fabbriche tentino illegalmente di continuare a operare.

Orso della luna (click per ingrandire) foto by AnimalsAsia

Quando gli orsi vengono liberati, sono prontamente ospitati nel Moon Bear Rescue Centre di Chengdu, in Cina, o nel santuario di Dam Tao, in Vietnam, vicino a Hanoi. Le loro condizioni salutari disastrose fanno sì che gli orsi necessitino spesso di operazioni chirurgiche e lunghe cure antibiotiche. Ma non solo. Si cerca di seguire queste creature sfortunate in un percorso di riabilitazione psicologica. L’orso si riappropria dei suoi spazi, impara a interagire con i compagni, conosce il contatto con l’erba, il gusto di un ghiacciolo alla frutta, il gioco.

Ma c’è ancora molto da fare, ci sono creature ancora da sottrarre all’incubo.

Per quanto mi riguarda, ho adottato spiritualmente gli Orsi della Luna. Li sento come amici lontani. Ogni tanto compro loro grossi barattoli di miele. Li sostengo, ricevo loro notizie. Vengo informata quando un nuovo gruppo di orsi viene sottratto alla tortura. Spero nella possibilità di “adottarne” uno, un domani. Ma più di tutto spero che presto le fabbriche della bile cessino di esistere. Nel frattempo, attraverso la foto, posso solo guardare Annie negli occhi e dirle: “E’ tutto finito”.

Per informazioni AnimalsAsia: www.animalsasia.org


[stextbox id=”info” caption=”Vuoi collaborare con Camminando Scalzi.it ?” bcolor=”4682b4″ bgcolor=”9fdaf8″ cbgcolor=”2f587a”]Collaborare con la blogzine è facile. Inviateci i vostri articoli seguendo le istruzioni che trovate qui. Siamo interessati alle vostre idee, alle vostre opinioni, alla vostra visione del mondo. Sentitevi liberi di scrivere di qualsiasi tematica vogliate. Vi aspettiamo numerosi.[/stextbox]


3 thoughts on “AnimalsAsia per gli Orsi della Luna

  1. Ben detto Eva! Bisogna continuare a sperare, per gli orsi della luna e per la Natura tutta. E, ognuno di noi, nel suo piccolo, può fare qualcosa per quest’ultima, non scordiamocelo mai. Bell’articolo!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...