Campionato chiuso? Si…no…forse…

Turno infrasettimanale della serie A. Eh…di carne al fuoco ce n’è! Una premessa però bisogna farla: checchè se ne dica, il campionato italiano è sicuramente stato emozionante. L’Inter sembra avvantaggiata e non di poco, travolgendo il fanalino di coda Livorno con Mourinho che visto l’andazzo del match lascia il bomber Diego Milito in panca fino alla fine. Tutto ok però perchè la giornata nerazzurra è alquanto positiva. Il Milan infatti giochicchia a Parma, non sfonda e nel finale subisce una tremenda beffa con Bojinov che senga l’uno a zero gelando i rossoneri. La Roma intanto vince con merito a Bologna, grazie alle reti di Riise (sempre più pericoloso in zona gol, anche se stavolta la sua marcatura è fortunosa) e del redivivo Julio Baptista. La classifica adesso vede i nerazzurri avanti di quattro, con un calendario tutto sommato non impossibile. La Roma ha ancora una “chiamata”, ovvero lo scontro diretto di sabato 27 marzo, che si preannuncia gara infuocata. Il Milan al momento non appare in grado di trionfare, sia per il gioco troppo poco produttivo, sia per un calendario ostico sia perchè l’impressione è che l’occasione l’abbia già avuta domenica scorsa…fallendola. Ma analizziamo anche la corsa Champions. Rallentano tremendamente Sampdoria e Palermo che sciupano due occasionissime. I blucerchiati passano in vantaggio con Cassano (che quasi sembra scusarsi con i suoi concittadini…eh potere dell’attaccamento alla città natale) ma poi si fanno rimontare e finiscono ko, mentre i rosanero conducono col Genoa in trasferta ma nel recupero un rigore di Kharja regala un insperato apreggio ai “grifoni”. La Juventus ha una bella opportunità, visto che gioca in posticipo (al momento della pubblicazione ovviamente non si conosce ancora il risultato) ma è un impegno difficilissimo, contro il Napoli di Mazzarri in un San Paolo strapieno. In coda invece…che succede? Beh la Lazio compie un passo importantissimo battendo quella che di fatto è una diretta concorrente per la salvezza (chissà cosa avrebbero pensato i laziali ad inizio stagione se gli avessero detto che a otto gare dal termine si giocavano la permanenza in serie A con il Siena…) come del resto anche l’Atalanta che seppellisce il Cagliari (ma com’è che a fine anno misteriosamente i sardi iniziano a perdere colpi? I maligni parlano…) ma i nerazzurri devono sudare ancora parecchio. Il Chievo impatta ad Udine (altro risultato forse troppo prevedibile? Bello giocare alla Snai…si si!) . Il Livorno al momento, sembra davvero spacciato. I primi verdetti comunque quest’anno tarderanno un po’ visto l’equilibrio che regna. Il campionato ci regalerà altre sorprese? Speriamo di si dai, che un po’ di adrenalina non fa mai male!!

Annunci

4 pensieri su “Campionato chiuso? Si…no…forse…

  1. Come disse Ranieri, “solo l’Inter può perdere questo scudetto”. Condivido le sue parole perchè l’Inter ha davvero qualcosa in più delle pretendenti e dovrà solo stare attenta alle disattenzioni Champions (ma è ovvio che la priorità è la Coppa). Tra Roma e Milan secondo me è la squadra capitolina ad avere qualcosa in più (soprattutto se dovesse ritrovare un Totti in forma) e dovrà stare solo attenta a cali di attenzione come Fulham e Livorno. Il big match di sabato sarà decisivo.
    Il Milan è troppo discontinuo: una giornata sembra essere addirittura superiore all’Inter sul piano del gioco, l’altra invece si attesta su livelli molto bassi. Personalmente non crede in uno scudetto rossonero e tra le tre è quella che escluderei.

  2. L’Inter secondo me è troppo più forte. In verità credo che il campionato, per il discorso scudetto, non sia mai stato aperto. E’ una squadra coperta in ogni ruolo, dal portiere agli attaccanti di riserva. Se poi pure Eto’o inizia a fare l’alieno è la fine di tutti i discorsi. Senza tralatro trascurare il gol di quel’altro fenomeno di Maicon, che se invece di segnare avesse colpito il portiere a quest’ora stava a testimoniare in commissariato…L’armata di Mou sta ancora un paio d’anni avanti rispetto alle concorrenti, le quali se non si danno una mossa vedremo Moratti ridere ancora per molto.
    Per chiudere CHI NON SALTA BIANCONERO E’ E’, CHI NON SALTA BIANCONERO E’ E…..XD XD XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...