Le otto serie TV da non perdere

Le serie TV sono diventate negli ultimi anni seguitissime da gran parte del pubblico internet, e hanno scatenato in alcuni casi una vera e propria mania negli spettatori che le seguono. Oggi vi vogliamo consigliare otto serie che secondo noi sono da vedere assolutamente.

LOST
Inevitabile cominciare con la serie regina degli ultimi anni. Probabilmente moltissimi lettori la seguono già, per tutti gli altri, ci sono ben sei stagioni (mancano tre puntate ormai al finale dell’ultima) da seguire tutte con il fiato sospeso. Un aereo precipita su un’isola, e i sopravvissuti si ritrovano a dover convivere e gestire questa situazione di emergenza. Ma non è certo una storia a-là Robinson Crusoe. L’Isola non è quello che sembra, e presto i sopravvissuti si ritroveranno a dover fare i conti con situazioni al limite del paranormale, organizzazioni segrete, e tanto altro. Mantiene degli standard qualitativi sempre alti (con alcuni ribassi qua e là), ma è una serie che non può mancare assolutamente, probabilmente la più bella degli ultimi dieci anni. Se ancora non ci avete dato un occhio, cosa state aspettando? Non riuscirete a staccarvene fino alla fine. Consigliata a tutti, difficilmente non la amerete.

FRINGE
Da un’idea dello stesso creatore di Lost, il re Mida J.J. Abrams, una serie tutta dedicata al paranormale. Fringe racconta le avventure della Fringe division, una branca dell’FBI che si occupa di casi misteriosi e paranormali. Tre i protagonisti principali: l’algida Anna Torv nei panni di Olivia Dunham, agente FBI che si ritrova a dover investigare su una serie di casi “fuori dal normale”, scoprendo che dietro c’è molto di più. Joshua Jackson, il Pacey di Dawson’s Creek, nei panni di Peter Bishop, truffatore, enfant prodige, assunto dalla Fringe division come collaboratore esterno. Infine il mastodontico John Noble (da vedere assolutamente in lingua originale) nei panni di Walter Bishop, padre di Peter, scienziato folle che sembra sapere molto di più di quello che sembra riguardo lo Schema e gli assurdi casi che si ritrovano ad affrontare. Tutt’intorno una serie di personaggi carismatici, cospirazioni, eventi paranormali e tanto altro, in quella che potrebbe essere definita l’X-Files degli anni 2000. Due stagioni al momento, la seconda in fase di conclusione proprio in queste settimane. Nella prima forse un po’ di cali di qualità, ma nella seconda si raggiunge una certa maturità e gli standard sono sempre altissimi. Per gli amanti della Fantascienza.

LIE TO ME
Protagonista assoluto e colonna portante di questa serie Tim Roth, che interpreta lo scienziato Cal Lightman, esperto in comunicazione non verbale e nel riconoscimento delle micro-espressioni del volto umano che svelano verità e menzogna. Una sorta di macchina della verità vivente. La serie è decisamente piacevole e avvincente, sebbene sia molto “episodica”, nel senso che una trama di fondo che colleghi le varie puntate è praticamente soltanto accennata. Il che in fondo non è un male. Una serie da seguire con nonchalance, lasciandosi rapire dalla bravura di Roth (anche qui, da vedere assolutamente in lingua originale) che riuscirà a tenervi incollati allo schermo in ogni puntata. Qualità altalenante, nel senso che alcune puntate sono molto, molto belle, in alcuni casi si tira qualche sbadiglio (soprattutto la prima serie). Siamo a metà della seconda stagione (momentaneamente sospesa, riprende a giugno). Consigliata a tutti gli amanti di serie investigative.

CALIFORNICATION
Hank Moody è uno scrittore mezzo fallito, indisponente, sessodipendente e in totale crisi creativa ed esistenziale. Ha una famiglia in pezzi, deve sistemare il rapporto con la sua ex moglie Karen (interpretata dalla donna più bella del mondo, Natascha McElhone) che si è risposata, e cercare di non dare il cattivo esempio alla figlia Becca. Intorno a lui tutta una serie di personaggi surreali, come il buon “uncle Charlie”, interpretato da Evan Handler, che fa l’agente di Hank. Interpretato da un David Duchovny (era Mulder in X-Files) in forma smagliante, è una serie molto particolare, piena di eccessi, ma allo stesso tempo romantica e spesso commovente. Tre stagioni al momento, una più bella dell’altra. Vi innamorerete di Hank Moody. Consigliata a tutti.

SPARTACUS – BLOOD AND SAND
Violenza, violenza, violenza . Una serie per stomaci forti questa Spartacus – Blood and Sand. La trama narra ovviamente la vita del gladiatore ribelle Spartacus, dalle sue origini come valoroso guerriero in Tracia, ad eroe dell’arena di Capua. Girata con lo stile di 300 (e infatti i produttori sono gli stessi), ambientata nell’antica Roma, è una serie molto avvincente, che vi prenderà dalla seconda puntata in poi (la prima in effetti è un po’ noiosa). Non lesina scene esplicite di sesso, ma soprattutto di violenza, sfiorando spesso lo splatter, con decapitazioni, smembramenti e chi più ne ha più ne metta (d’altronde sono gladiatori, non certo schermidori di fioretto). Interpreti in ogni caso favolosi, la prima serie di dodici episodi si è conclusa da poco, e la qualità si mantiene sempre abbastanza alta, sia a livello tecnico che di sceneggiatura.

THE BIG BANG THEORY
Una sit-com tutta americana dedicata assolutamente a un pubblico “nerd“. Narra le avventure di quattro scienziati, giovani geni, alle prese con l’arrivo di una vicina molto particolare, la classica “bellissima bionda senza pensieri”. Assolutamente comica e demenziale, ogni episodio ha qualche scena che vi farà cappottare dalle risate, soprattutto se siete appassionati delle classiche tematiche nerd, dai fumetti alla fantascienza. Sheldon Cooper è un ex enfant-prodige che fa il fisico, fan di Star Trek e di Lanterna Verde, maniaco compulsivo, sa tutto di tutto. Leonard Hofstadter, anche lui fisico, spesso vessato da Sheldon, prenderà una cotta per l’irraggiungibile Penny (la bionda di cui sopra). Raj Kootrappali, indiano immigrato, anch’egli scienziato, ha paura a parlare con le donne, e ci riesce solo dopo aver bevuto. Howard Wolowitz, ignegnere, ebreo, con una madre iper-possessiva, sempre alla ricerca di qualche donna da conquistare, e sempre con scarsi risultati. Una sit-com veloce, divertente, con alcune scene veramente devastanti a livello di divertimento. BAZINGA!

ROMANZO CRIMINALE
Chiudiamo con la prima delle due serie tutte italiane. Romanzo Criminale, tratta dal libro di Giancarlo De Cataldo, è stata una vera sorpresa della scorsa stagione. Trasmessa da Sky, narra le vicende (molto romanzate) della banda della Magliana, che per quasi quindici anni ha inseguito la folle tentazione di conquistare Roma con le attività criminali più disparate. Il Libanese, il Freddo, il Dandi i protagonisti assoluti, una crime story girata con ammirabile maestria (cosa difficile da trovare nella fiction italiana) con la scelta di attori semi-sconosciuti. Assolutamente di qualità, molto più riuscita del film omonimo di Michele Placido, da vedere assolutamente, se non altro per ricordarci che in Italia non si fa soltanto “Un medico in famiglia”. Per fortuna. La seconda stagione dovrebbe partire a Novembre.

BORIS
Boris è un’altra piccola grande sorpresa tra le fiction (ma che brutto sto termine) italiane. Surreale, comica, narra le vicende di una troupe che si ritrova a girare – per l’appunto – una fiction all’italiana. C’è il registra iper-entusiasta con le sue folli sbottate, René Ferretti (interpretato da un grande Francesco Pannofino), che si porta sempre dietro un pesciolino rosso (il Boris del titolo) da cui si fa consigliare, Alessandro lo stagista sfigato che vuole entrare nel mondo del cinema e si ritrova a portare i caffè sul set, Duccio Patané, cocainomane, che si occupa della fotografia, Stanis LaRochelle, attore pieno di sé (interpretato da un bravissimo Pietro Sermonti), Arianna (Caterina Guzzanti), l’aiuto regista che sistema un po’ tutte le cose, e tanti altri personaggi pazzi che vi lascio il piacere di scoprire. Numerosissimi i cameo (nella seconda stagione un Corrado Guzzanti che vi farà ribaltare dalle risate.) Tre stagioni (la terza conclusasi da poco), si mantiene sempre su standard altissimi. Divertente, pungente, fa una continua critica a tutto il sistema dello spettacolo in Italia attraverso l’idea di meta-fiction.

E le vostre serie preferite? Quali sono?

QUI L’EDIZIONE 2011. CONFERME E NUOVE PROPOSTE DELLE SERIE TV. BUONA LETTURA!

Annunci

26 pensieri su “Le otto serie TV da non perdere

  1. appena finito di vedere fringe 2×21. capolavoro. BBT e californication sono fantastiche. grisaccio maledetto mi hai incuriosito con lie to me. la proverò

  2. “The big bang theory” è esilarante 😀
    “Lie to me” molto bello, ma sarebbe stata bella una versione tipo reality..le espressioni sono tutte recitate, non è autentico 😉

    • flash forward parte da un idea fichissima, ma dopo un po’ si perde e diventa banalotto. cioè il triangolo dottorino malato / japponesina / prugna lessa californiana se lo potevano risparmiare.

  3. Ho appena finito di vedere la terza serie di Californication e devo dire che questo telefilm mi ha stupito. Avevo visto un paio di anni fa le prime puntate della prima stagione e mi era sembrato una mezza stronzata: solo sesso e poc’altro.
    Poi ho ricominciato a vederlo per bene e mi sono accorto che invece non era niente male: David Duchovny interpreta benissimo la parte dello “scrittore maledetto”, ma anche gli altri personaggi, principali e secondari, non sono da meno.
    Forse perde un pò di verve nelle prime puntate della terza stagione in cui Hank Moody si comporta un modo strano (ma un motivo c’è…) ma comunque si riprende alla grande nella seconda parte della stagione.
    Ora attendiamo con ansia la quarta.

  4. adoro lie to me, mi son visto in questi giorni le puntate della seconda serie che avevo registrato su fox, nella prima serie la puntata del serial killer è stata mastodontica, la più bella. Nella seconda serie non ho ancora trovato una puntata superlativa, anche se il livello generale rimane ottimo e godibile.

    Mi hai incuriosito con spartacus, ma lo danno su premium?

  5. Ho appena cominciato Californication, purtroppo la prima serie la trovo solo in ita…

    Dissento sulla “donna più bella del mondo”… la trovo bella, ma non mi coinvolge così tanto esteticamente!

    Ma è quella di The Truman Show vero?

  6. Manca Six Feet Under!Anche se la sua mancanza potrebbe essere ascritta al fatto che nessun telefilm è degno di essere nominato nella stessa classifica di Six Feet senza risultare un oltraggio 🙂
    eeeeeeeeeeeeeeh! che esagerazione! lo so,lo so..ma questa serie è di un’altra galassia,con un finale inarrivabile
    Menzione speciale anche per Dexter

  7. ragazzi concordo! ma non possiamo non mettere al primo posto prison break!!! come avete fatto a dimenticarlo?? penso sia la piu bella al pari di lost. anche se la sesta serie di lost mi ha un po deluso
    per non parlare di chuck! molto molto carina sopratutto quando la storia vera e propria prende il via dopo le prime puntate!
    di livello piu basso ma seguibili sono vampire diaries e pretty little liars.
    personalmente non le ho viste ma mi consigliano scrubs supernatural!
    ciao ciao

  8. MANCA ASSOLUTAMENTE PRISON BREAK!!!! La più bella di sempre secondo me…Ti incolla allo schermo..e manca anche scrubs!!!! Poi io ho visto e considero molto belle: The WALKING DEAD(bella bella) THE EVENT,Lost,SPARTACUS(anche la seconda stagione promette bene), Stargate UNIVERSE(Mooolto bello anche se non ho mai visto quelli prima), DEXTER, Heroes, No Ordinary Family, Flash Forward(però nn sono più andati avanti e non finisce), ALIAS, The Pacific, Nip n Tuck, 6 feet Under, Dr House

  9. ragazzi bellissimo prison break veramente belli se piace il genere supernatural e vampire diaries ma assolutamente spartucus è ineguagliabile…assolutissimamente!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...