F1 Gp di Germania: doppietta Ferrari! Amara.

Ma c’è sempre un ma. La straordinaria doppietta del cavallino rampante, dopo due gran premi orribili, non ci entusiasma in pieno. Roba da non credere.

La Ferrari finalmente ha sfruttato tutto il potenziale, vincendo. I progressi sono stati notevolissimi e il divario con la Red Bull è stato colmato: sin dalle qualifiche Alonso e Massa molto competitivi, secondo e terzo  dietro al poleman Vettel.
Al via Massa scatta brillantemente al comando sfruttando la bagarre Alonso – Vettel.  Alla prima curva lo spagnolo riesce a mettere il muso davanti a quello del tedesco, sin dalle prime fasi si delinea il duello tutto rosso, con Alonso costantemente più veloce di Massa.  L’asturiano forza la mano e prova a sorpassare il suo compagno di squadra, non riuscendoci. “It’s ridicolous”, esclama Alonso con un team-radio; per noi telespettatori sembra un duello avvincente, che ci può stare tra due piloti che vogliono entrambi vincere.

Dopo il pit stop non cambia nulla. Alonso segue ancora Massa. Robert Smedley, ingegnere di pista di Massa,  dice al suo pilota “ Alonso is faster than you, have you received?”. Silenzio dal brasiliano, gelo: è una chiara intimidazione a far passare il suo compagno di squadra.

E’ evidente che per più di quaranta giri si sia consumato uno “stallo alla messicana” su due fronti: uno interno alla Ferrari e l’altro tra Ferrari e Fia. Il team spingeva Alonso per la vittoria, di contro Massa, ad un anno esatto dal terribile incidente in Ungheria e a breve distanza dal lutto di uno zio a lui molto caro… voleva vincere a tutti i costi.

Per quanto riguarda la crisi diplomatica con la Fia, la Ferrari, dopo gli schiaffi ripetuti presi dalla federazione, ha usato a fondo un’arma a disposizione, il gioco di squadra.  Una strategia vietata nell’anacronistico regolamento ma sempre esistita, ora furbescamente applicata con sotterfugi da tutti i team.

Quindi Massa rallenta  e si fa superare da Alonso. Ecco, forse questa situazione si poteva gestire con più ipocrisia, come si è sempre fatto, con un sorpasso meno plateale, ma è qui il punto: alla Ferrari non sono dei dilettanti, hanno voluto palesemente violare questa regola, per sbeffeggiare la Fia. Rispondendo al fuoco della federazione – negli ultimi due gran premi – con il fuoco. Tutti i messaggi team-radio  in gara e le smentite distaccate nel dopogara costituiscono un bel teatrino: complimenti a tutti gli attori.

Di queste vicende politiche è il pubblico a pagare, perché è stata una gara per gran parte pallosa. E la vittoria Ferrari nemmeno ci soddisfa, per il retrogusto che ci ha lasciato.

Amaro.

Annunci

3 pensieri su “F1 Gp di Germania: doppietta Ferrari! Amara.

  1. Aggiornamento: il team principal Domenicali è stato convocato dai giudici di gara per chiedere chiarimenti sul messaggio radio a Massa “Alonso è più veloce di te”. Alla fine la Ferrari è stata giudicata colpevole per aver violato la regola sugli ordini di scuderia e dovrà pagare una multa di 100.000 dollari alla Fia.

    • Che pagliacci quelli della FIA, quando squadre come Mc Laren e Red Bull indicano ai piloti “save fuel” “risparmia carburante”, (chiara indicazione di far passare il compagno dietro) fanno finta di non capire, poi hanno la faccia tosta di chiedere a Domenicali cosa significasse “Alonso è più veloce”! ma per favore…

      • Vabè stiamo alla frutta, vogliono in tutti i modi quest’anno rompere le scatole alla Ferrari per la faccenda della F1 alternativa. Il più ipocrita di tutti è stato Chris Horner, capo della Red Bull, lui che è il primo a fare il gioco di squadra gay con l’ordine “save fuel”. Almeno Martin Whitmarsh, boss Mclaren, è stato più discreto ad una domanda su questa faccenda, dicendo di non commentare l’operato delle altre squadre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...