Calcio, Italia-Serbia. Decisamente…avevano qualcosa in serbo

Al “Luigi Ferraris” di Genova è andata in scena una delle peggiori partite di sempre della nazionale italiana. Stavolta però non è colpa di Pepe (leggi articolo). No, stavolta è colpa di un gruppo di tifosi, o meglio, pseudo-tifosi serbi che hanno messo a ferro e fuoco la città. Cosa c’è dietro? Una protesta contro la nazionale battuta dall’Estonia? Forse, il fatto di prendersela col portiere Stojkovic lo avallerebbe, ma in realtà tutto sembra essere legato al passaggio dalla Stella Rossa al Partizan. Protesta contro la federazione serba che ha esonerato Antic? Chissà, sicuramente era meglio un altro modo. Oppure c’era veramente dietro la malavita organizzata come sostengono i giornali a Belgrado? Potrebbe essere benissimo. Più che altro è meglio mettere in chiaro i punti basilari della storia.

Partiamo da Ivan Bogdanov, “l’uomo nero” o “Ivan il terribile” come l’hanno ribattezzato. Sicuramente non uno stinco di santo come ha detto sua mamma (“Mio figlio è l’uomo più tenero del mondo, non c’entra niente coi disordini. Paga il suo altruismo”) ma neanche il mostro che hanno dipinto. Pensare che viene anche da un quartiere agiato di Belgrado! Più che altro sembra essere un normalissimo delinquente di paese che ha avuto visibilità. Certo che mettere un passamontagna lasciando scoperte le braccia piene di tatuaggi riconoscibili non ne sottolinea la genialità.

Andiamo avanti. La Uefa? Ridicola. Platini e Blatter dimostrano ancora una volta la loro totale idiozia, obbligando le squadre a scendere in campo (era ovvio che non si poteva) ma il loro essere una schifosa mafia è oramai risaputo (leggi articolo sulla Fifa). Ridicola la federazione italiana che conferma di valere zero, chinando il capo e dichiarando al mondo “Stiamo qua perché ci hanno messo, scusate”. Ancora più ridicola la federazione serba, che vuole rigiocare la partita dopo essersi scusata ed aver poi capito che era meglio adottare la strategia “paraculo”. Agnellini smarriti i giocatori serbi, che salutano la curva per calmarla mentre erano spaventatissimi. Osceni i commentatori RAI, che minuto per minuto hanno partorito una serie di stronzate vomitevoli degne del peggior populismo e che mi ha fatto veramente incazzare (quasi come se fossi stato serbo). La Polizia Italiana? Eh visto che Genova mi ricorda più che altro Bolzaneto direi che va bene così…difficile quando le mazzate gratuite sono sotto gli occhi di tutti e non le puoi occultare eh? Ah se ci fosse ancora Cossiga… Diciamo che meritano un 6,5 dai.

I ministeri degli interni di Serbia ed Italia giocano a scarica barile ed è difficile dire se effettivamente i serbi avessero segnalato cose importanti e se sono stati cestinati. Le colpe sicuramente sono di entrambi, ma la questione è troppo buia per chi non è dentro gli “oscuri edifici”. Cosa ci si aspetta adesso dalla Uefa? La radiazione della Serbia? Ahahahahahaah! Siamo seri dai. Pronostichiamo tre giornate a porte chiuse ed il 3-0 a tavolino per noi. Questo se andrà bene. Bene a noi, sia chiaro, perché da quei buffoni aspettatevi veramente di tutto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...