Gli acchiappa-(gol) fantasmi

Errare è umano. Lo sanno tutti. Lo sanno anche gli arbitri, che sbagliano (poche volte) in malafede e (la maggior parte delle volte) in buona fede. Ma qual’è l’errore che lascia maggiormente basiti? Probabilmente è quello dei gol-fantasma, ovvero quando il pallone attraversa la fatidica linea bianca ma il direttore di gara e gli assistenti non se ne accorgono. La Regola 10 del Regolamento del Calcio afferma, infatti, che un gol è considerato valido nel momento in cui il pallone oltrepassa interamente la suddetta linea (a meno che il gioco non sia stato interrotto prima della segnatura a causa di un’infrazione commessa dalla squadra beneficiaria del gol), ma per convalidarlo c’è appunto bisogno che il direttore di gara se ne accorga. Ultimamente in Europa League è partita la sperimentazione dei giudici di porta, ovvero altri due collaboratori dell’arbitro che si posizionano sulla linea di fondo. Potrebbe essere un’idea, sicuramente più attuabile che i sensori dentro le porte. Sono stati tanti i gol fantasma della storia, ma meritano di essere ricordati alcuni di loro.

Il più famoso è sicuramente quello di Geoff Hurst, che regalò all’Inghilterra la vittoria del mondiale 1966 giocato in casa, e condannò la Germania. Un tiro del bomber del West Ham (eh bei tempi quando gli “hammers” erano una suqadra temibile) rimbalzo sulla traversa e non attraversò la linea ma secondo il guardalinee russo Tofik Baramov fece concedere la rete (si seppe poi che era stato corrotto). Pan per focaccia è stata resa agli ultimi mondiali in Sud Africa, con un tiro di Lampard nettamente entrato che invece non è stato concesso.

Passando a casa nostra, il più famoso forse è un gol fantasma segnato da Gianni Rivera il 22 settembre del 1967, che sancì tra l’altro l’origine della nascita della moviola in Italia. Era il derby Inter-Milan, e venne attribuita una rete a Rivera: in serata, alla Domenica Sportiva, fu dimostrato (tramite moviola appunto) che la palla non aveva mai oltrepassato la linea di porta in seguito di un rimpallo sulla linea dalla traversa, quindi non era gol.

Venendo a tempo più recenti e spostandoci in Germania troviamo uni dei più clamorosi gol-fantasma: nella partita contro il Francoforte Christian Tiffert, centrocampista del Duisburg, calcia dalla lnga distanza col pallone che sbatte sulla traversa e ricade a circa un metro e mezzo dalla linea di porta, con l’arbitro (non si sa se completamente rincitrullito) che ha convalidato…il gol, e così si può dire.

Proprio domenica scorsa è capitato allo stadio “San Paolo” di Napoli un’altro episodio di gol-fantasma, con un tiro di Christian Maggio che viene respinto oltre la linea di porta dal portiere del Cesena Francesco Antonioli ma l’arbitro non se ne accorge (non era facile del resto). Ora riflettendoci sopra…come risolvere la questione? Forse nel modo più semplice, ovvero lasciando tutto com’è. Perchè il bello del calcio è anche questo, ovvero scene tutte da ridere, come quello che è capitato in Costa Rica, dove nel match fra il Limon e l’Alalajuelense si è visto uno dei gol-fantasma più bello della storia. Ma le immagini in questo caso, dicono molto di più delle parole….

2 pensieri su “Gli acchiappa-(gol) fantasmi

  1. Non sono per niente d’accordo di lasciare tutto così com’è. è divertente se accade agli altri ma ti assicuro che se il gol-fantasma pregiudica il risultato della tua squadra del cuore…
    Se poi non risolvono la questione che le fanno vedere a fare le varie moviole e contro-moviole??? A questo punto aboliamo pure i replay in diretta e lasciamoci il beneficio del dubbio…
    Nel calcio moderno (senza ricorrere a soluzioni fantascientifiche) con tutti i soldi che girano, che ci vuole a pagare due s….i e metterli vicino all’area di rigore e decidere su gol fantasma e calci di rigore?
    PS: questo commento avrebbe contenuto molto più parolacce se il Napoli non avesse vinto.:D

  2. Secondo me la soluzione degli arbitri sulla linea di fondo è la migliore per questo tipo di problema (e per l’assegnazione dei calci di rigore), ma secondo me è un problema secondario. Infatti un gol fantasma è raro vederlo, mentre sono molti di più i gol annullati per fuorigioco. Per risolvere quest’ultimo problema però credo che non si possa prescindere dalla moviola in campo (che poi risolverebbe tutti gli episodi dubbi), magari limitandola ad episodi effettivamente decisivi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...